Black Circle

Cinema Horror, Film gotici Vecchio stile, Cinema di genere
 
IndiceCalendarioGalleriaFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 WHITE ZOMBIE Di Victor Halperin (1932)

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Windom
Testa di teschio
Testa di teschio
avatar

Numero di messaggi : 719

MessaggioTitolo: WHITE ZOMBIE Di Victor Halperin (1932)   Mer Feb 25, 2009 11:45 pm

Forse non tutti sanno che che nell’ambito della paura il morto vivente per antonomasia aka “The Zombie” non è poi così novellino in confronto ai mitici vecchi mostri gotici.
Lo zombie infatti ha una tradizione cinematografica(ovviamente non Letteraria, visto che non risale ai secoli precedenti) vecchia come gli eterni monsters Vampiri, Lupi mannari, Frankenstein e via discorrendo.
Fulgido e antico esempio di quanto detto sino ad ora è “White Zombie”, da noi conosciuto come l’Isola degli zombie uscito nel 1932 con la direzione di Victor Halperin.
Sotto i ritmi battenti e i canti funerei di sepolture Vodoo tutto ha inizio, con delle sequenze che già, nella loro immediatezza, ci mostrano due occhi dallo sguardo diabolico in sovrapposizione sul campo di ripresa, appartenenti a Legendre, ossia il misterioso individuo che già nelle prime sequenze non si fa scrupoli ad apparire e a farsi vedere dai due protagonisti, due fidanzati diretti nella villa del ricco Beaumont.
Il calesse che trasporta i due si ferma per un attimo nell’incontro con Legendre, e subito una sferzata gelida attraversa la schiena di Madeline e Neil, che grazie alla prontezza del cocchiere che immediatamente riparte con il carro, non dovranno sentir proferire neanche una sillaba dal minaccioso e poco raccomandabile figuro che si fa prestare la faccia da un certo Bela Lugosi.
Spesso e volentieri i film d’epoca appaiono avventati nella loro immediatezza, scontati nel loro catapultarsi da un evento all’altro. Ma tutto sommato questa assenza di fronzoli e preamboli giova a questa pellicola, facendo risultare “White Zombie” piuttosto gradevole e scorrevole che scongiura lo spettro dei tempi morti e dei momenti soporiferi.
Il film non trasgredisce per nulla le regole di un make up e ad un montaggio che fortemente ci ricordano il cinema muto, la cui epopea in quel 32 era appena appena trascorsa, ma questo non è per nulla un difetto nel film, che unendo tali attitudini al parlato, e al fascino intramontabile del bianco e nero degli anni 30 ci appare come un’ opera particolarissima e interessante nella sua estetica.
Un capitolo fondamentale per gli zombie, sebbene sia piuttosto differente da quello che sarà il morto vivente da George Romero in poi.
Lo zombie qui è sicuramente più Automa e simile a Frankenstein rispetto a quello scriteriato cannibale putrefatto e senza coscienza che è su Romero. Quanto è importante per voi questo film e soprattutto vi è piaciuto?

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://blackcircle.altervista.org/
The Ripper
Headbanger
Headbanger
avatar

Numero di messaggi : 143

MessaggioTitolo: Re: WHITE ZOMBIE Di Victor Halperin (1932)   Mer Feb 25, 2009 11:49 pm

Questo è uno di quei film che ho sempre detto che voglio vedere, ma ancora non ho visto!!! Appena lo vedo ti dico... Wink
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.tusciabay.it
 
WHITE ZOMBIE Di Victor Halperin (1932)
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Black Circle :: HORROR 'N' GOTHIC :: Lo Zombie-
Vai verso: