Black Circle

Cinema Horror, Film gotici Vecchio stile, Cinema di genere
 
IndiceCalendarioGalleriaFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Black Circle Box

Ultimi argomenti
» Cialve!
Da Miliel Mer Ago 31, 2016 11:07 pm

» Che Musica c'è...
Da valet Sab Apr 12, 2014 11:09 am

» Daìdalos - Nuovo cortometraggio psicologico!
Da alendol Lun Mar 31, 2014 12:19 pm

» Insomnia - Cortometraccio horror da paura!
Da Max Mer Mar 05, 2014 1:20 pm

» Horror nelle Sale Cinematografiche
Da ArkhamMovie Gio Feb 27, 2014 5:41 pm

» ANNUNCI STAFF
Da Miliel Gio Set 12, 2013 12:43 pm

» Buon Compleanno Hellraiser!!!!!
Da Rorschach Gio Set 12, 2013 2:07 am

» Happy Birthday to YOU!!!!!
Da Rorschach Gio Set 12, 2013 2:07 am

» DOOM Di Andrzej Bartkowiak (2005)
Da Rorschach Gio Set 12, 2013 2:07 am

» Perchè Dark
Da Rorschach Gio Set 12, 2013 2:06 am

» Riprendiamo?
Da Rorschach Gio Set 12, 2013 2:03 am

» Psychosis - Un corto horror psicologico di Nino Scuderi
Da alendol Dom Giu 02, 2013 6:33 pm

» X-Mal Deutschland
Da Droz Ven Mag 10, 2013 8:44 pm

» DJANGO UNCHAINED Di Quentin Tarantino (USA)
Da Luca Zanconi Mer Gen 30, 2013 2:04 pm

» L'ALTRA FACCIA DEL DIAVOLO
Da Luca Zanconi Mer Gen 30, 2013 1:59 pm

» Horror Video Clip
Da Angst Lun Dic 03, 2012 8:09 am

» B-Movies e oltre
Da Ysingrinus Mar Nov 13, 2012 5:11 pm

» FEED ME MORE!
Da Ysingrinus Mar Nov 13, 2012 5:09 pm

» LA LEGGENDA DEL CACCIATORE DI VAMPIRI Di Timur Bekmambetov (2012)
Da Miliel Gio Nov 01, 2012 12:02 am

» CHRISTINE – LA MACCHINA INFERNALE Di John Carpenter (1983)
Da Ysingrinus Dom Ott 07, 2012 6:14 pm

» ---HORROR IN TV--- segnalazione programmi giornalieri
Da Angst Gio Ott 04, 2012 11:34 pm

» Auguri Chriss!
Da Rorschach Ven Set 28, 2012 1:36 am

» SHARK NIGHT 3D (2011) BAIT 3D (2012)
Da Spooky Lun Set 24, 2012 3:19 am

» TANTI AUGURI A TE :Compleanni degli utenti
Da Ysingrinus Dom Set 23, 2012 12:56 am

» ALIEN: La Saga
Da Black Circle Sab Set 22, 2012 6:39 pm


Condividere | 
 

 DRACULA - Bram Stoker -

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Magenta
Adepto di Black Circle
Adepto di Black Circle
avatar

Numero di messaggi : 143

MessaggioTitolo: DRACULA - Bram Stoker -   Gio Gen 08, 2009 1:16 am

TRAMA


La vicenda è narrata sotto forma di una raccolta degli scritti di alcuni dei protagonisti del racconto, che inizia il 5 maggio 1890 con il giovane avvocato Jonathan Harker, inviato in Transilvania dal suo capo, Peter Hawkins, per curare l'acquisto di un'abitazione a Londra fatto da un nobile locale: il Conte Dracula.

L'inizio del viaggio del giovane, però, è all'insegna del contatto con il mondo superstizioso e pauroso della gente locale, che cerca di scoraggiarlo dall'andare dal Conte, ma nessuno degli sforzi dei civili riesce ad impedire il contatto con il signorotto, che si rivela essere un affabile anziano che ha deciso di trasferirsi in Inghilterra.

Con il passare dei giorni alcuni particolari diventano terrificanti, fino alla scoperta del terribile segreto del Conte: egli è in realtà un terribile mostro che si nutre del sangue dei viventi. In una parola è un vampiro che si accinge ad azzannare la vecchia Inghilterra per prolungare ancora la sua insana esistenza.

A questo punto, quando ormai sembra giunta l'ultima ora per Harker, l'azione si sposta in Inghilterra, dove da uno scambio di lettere tra Mina e Lucy iniziamo a conoscere gli altri protagonisti: John Seward, direttore di un manicomio, Mina Murray, fidanzata di Jonathan e la sua amica Lucy Westerna (corteggiata dal Dott. Seward, da Quincey P. Morris, texano avventuriero, e da Lord Arthur Holmwood col quale si fidanzerà).

Mina, quindi, in attesa del ritorno di Jonathan, va a soggiornare a Whitby con Lucy e la sua famiglia: è questo l'inizio di una serie di fatti strani. Sul diario di Mina, infatti, vengono registrati, oltre ad una serie di comportamenti anomali da parte dell'amica, anche il rocambolesco arrivo a Whitby, in un giorno di tempesta, di una nave il cui capitano è stato ritrovato morto e legato al timone.




RECENSIONE

E' probabilmente l'unico romanzo che ha saputo stemperare la leggenda popolare del conte di Valacchia insieme al folklore ed alla supertistizione contadina di quel periodo.
Nel libro ci si avventura periodicamente nella vicenda e pur conoscendola bene se ne rimane piacevolmente stupiti.
e' molto frequente la forma diaristica nei romanzi dedicati a Dracula,non so sinceramente il perchè.
Vedrò di documentarmi ed affrontare l'argomento quando parlerò dei diari della Famiglia Dracula,altro libro interessante ma antropologicamente inferiore.



Da notare che sia nei Diari che nel Dracula originale di Stoker,viene nominato Van Helsing ma in situazioni molto differenti.


VAMPIRISMO

Il tema del vampirismo fu affrontato già da Goethe nel 1797 nella sua ballata La sposa di Corinto (Die Braut von Korinth). Successivamente, nel 1819, su un periodico inglese (il New Monthly Magazine) venne pubblicato un racconto intitolato The Vampire, recante la firma di George Gordon Byron. In realtà il vero autore era John William Polidori, medico personale e intimo amico di Lord Byron, e l'idea del racconto aveva preso forma già nel 1816: nell'estate di quell'anno infatti Lord Byron ospitava a Villa Diodati (la sua villa sul Lago di Ginevra) Percy Bysshe Shelley, la sua futura moglie Mary Wollstonecraft Godwin e lo stesso John Polidori. La compagnia, costretta in casa dalla pioggia, si dilettava nel leggere storie tedesche di fantasmi, quando insieme decisero di scrivere ciascuno un racconto dell'orrore. Il maltempo non si protrasse a lungo, e gli unici a tener veramente fede al loro impegno furono Mary e Polidori: la prima col suo Frankenstein; il secondo dando vita al Vampire Lord Ruthven. Fu così che la figura di Lord Ruthven ispirò largamente il Dracula di Stoker, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto fisico.

Tra le altre fonti letterarie, o comunque tra i romanzi che stilisticamente si avvicinano all'opera di Stoker e che pertanto potrebbero averlo influenzato nella scelta dello stile e del racconto, è da annoverare, innanzitutto La pietra di Luna di Wilkie Collins, raccontato, come Dracula, da un'alternarsi di narratori che vanno, vengono e ritornano a più riprese.

Il romanzo, poi, al pari del Frankenstein di Mary Shelley, si compone di passi tratti dai diari e dalle lettere dei protagonisti; sul fronte dei diari, comunque, non si può non dimenticare quella pietra miliare dell'horror che è Storia di Arthur Gordon Pym, del maestro del brivido Edgar Allan Poe, proprio per il pesante utilizzo che fa Stoker della narrazione per mezzo del diario. Le atmosfere, infine, richiamano l'Amleto di William Shakespeare, con i suoi complotti, l'aria oscura e gotica, i passaggi segreti e i misteri che ogni personaggio nasconde, e infine con il sacrificio di tanti innocenti alla causa del potere, della vendetta e del sangue, proprio come in Dracula.


QUALCHE NOTIZUCCIA SU VLADDINO :

Vlad III di Valacchia (Sighişoara, 2 novembre 1431 – dicembre 1476) fu un voivoda valacco. Conosciuto anche come Vlad Ţepeş ( che si pronuncia Tspesh più o meno)o Vlad l'Impalatore fu, a più riprese, principe di Valacchia: nel 1448, dal 1456 al 1462 ed infine nel 1476.
Grazie al suo dominio, il principato di Valacchia riuscì a mantenere la sua indipendenza dall'Impero ottomano. La sua crudeltà gli valse il soprannome di Ţepeş, che in rumeno significa l'Impalatore.
Il suo strumento di tortura preferito era l'impalamento. I metodi d'impalamento erano sostanzialmente due, il primo consisteva nell'uso di un'asta appuntita che trafiggeva il condannato all'altezza dell'addome per poi issarlo in alto. La morte poteva essere immediata o sopraggiungere dopo ore di agonia.
Il secondo metodo d'impalamento consisteva nell'utilizzo di un'asta arrotondata all'estremità che cosparsa di grasso veniva inserita nel retto della vittima che poi veniva issata e tenuta infilzata, il peso stesso del poveretto faceva penetrare l'asta all'interno del corpo e la morte sopraggiungeva dopo anche due giorni di lenta agonia.
Adottò questo metodo dai turchi, adattandolo alle sue più specifiche richieste: creò metodi diversi per impalare i ladri, i guerrieri nemici, gli ambasciatori del Sultano, i traditori.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ysingrinus
Black Circle's Star
Black Circle's Star
avatar

Numero di messaggi : 1118

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Gio Gen 08, 2009 5:45 am

Oddio Vlad III non era soltanto un pazzo sanguinario, ma un cristianissimo difensore della propria terra contro nemici quali gli Ottomani, non demonizziamolo più di quanto non sia già, poverino =)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://drow.muzedon.com
Miliel
Butterfly effect
Butterfly effect
avatar

Numero di messaggi : 1291

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Dom Gen 11, 2009 8:53 pm

Fu il libro che divenne il modello moderno dello spaventoso Conte.
Castello terrificante, complotto per dominare il mondo, sconfitta.
Quanti altri capolavori sono nati sotto la spinta di questo romanzo...
Anche se ho apprezato molto "Il gioiello di sette stellle".

Ysi... comunque Vlad III era cativissimo.. impalava tutti quello...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Luca Zanconi
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 228

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Mar Gen 13, 2009 4:43 pm

E' uno dei libri che mi piacerebbe leggere e che ancora non ho letto Triste , rimedierò al più presto
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.setiufo.org
Angst
Testa di Zucca
Testa di Zucca
avatar

Numero di messaggi : 659

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Mar Gen 13, 2009 7:06 pm

Romanzo epistolare tra i più belli della letteratura vampirica dell'ottocento,profondo il senso del gotico e del mistero, Stoker fa un processo di brutalizzazione del demone, ovvero lo rende estraneo agli uomini per sua stessa natura, ma lo segrega nel suo castello privandolo del confronto che potrebbe avere con un qualsiasi altro vampiro "maestro" della sua epoca. Gli unici altri vampiri con cui ha rapporti sono i suoi "figli" ed ecco un mostro che lo è due volte. Nonostante ciò la sua figura carismatica rimane potente e riesce a controllare in una tela invisibile tutti gli altri personaggi del romanzo, come se lui fosse il burattinaio e tutti gli altri le marionette.

Riguardo alla storia e all'etimologia del soprannome, forse non tutti sanno che la parola Dracula deriva dalla radice "drac" che in rumeno vuol dire diavolo, mentre il suffisso "ul" ne è l'articolo. Quindi Dracul è "il diavolo". Ma un' altra interpretazione vuole che Dracula derivi dalla radice "drac" che vuol dire drago, in quanto l'imperatore Sigismondo di Lussemburgo insignì Vlad II (il padre del nostro) dell'ordine del drago durante una cerimonia che ebbe luogo a Norimberga nel 1431. Il simbolo di questo ordine era un dragone prostrato ai piedi di una croce, che simboleggiava la sconfitta della resurrezione del Cristo sul drago (satana).
Altra interpretazione della parola Dracula sostiene che derivi da "draculea" ovvero figlio del diavolo.

In ogni caso il padre come il figlio erano degli esponenti di un ordine cavalleresco di matrice cristiana, e anche se i loro metodi non erano dei più "etici" sono ricordati dagli storici Rumeni come dei giustizieri, e non come degli assassini. Tutto sta nelle differenze che ci sono tra una cultura e l'altra. Non lo sto giustificando, lo sto solo comprendendo.

Altra nota, Magenta ha scritto degli accenni sul Vampirismo in letteratura, ma il primo vampiro nominato in un libro è stato Lilithu, molti secoli prima della nascita del Cristo. Il mito del vampiro non nasce nella letteratura ma è un mito antichissimo che affonda le sue radici nella notte dei tempi e influenza tutte ma proprio tutte le culture del pianeta, persino gli Esquimesi hanno la loro credenza del vampiro.
Ma non starò qui a tediarvi, si parlava del romanzo, non dei vampiri in genere. Scusate se mi sono dilungata ma quando si parla di vampirismo divento logorroica. ^^'


P.S. Vorrei sfatare un mito: il castello dei Dracula non si trova affatto su un altura a strapiombo ma su una dolce collinetta, la costruzione non è nè gigantesca come il libro ci fa immaginare nè vetusta e buia, piuttosto soleggiata, chiara nei colori, le porte sono basse perchè Dracula non era molto alto. Solo la sua camera da letto fa impressione. Il suo letto a baldacchino in ebano è interamente intagliato di motivi bestiali e demoniaci. Da vedere!

_________________
"La Paura uccide la mente" Paul Atreides
_______________
Ich bin die Angst und in meinen Augen glänzt der Tod
________________
_†_Sînye este Viaţa_†_
________________
_"Sono io la morte e porto corona,
io son di tutti voi signora e padrona
e davanti alla mia falce il capo tu dovrai chinare
e dell' oscura morte al passo andare.
"
_
La Morte, Ballata in fa diesis minore
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
The Ripper
Headbanger
Headbanger
avatar

Numero di messaggi : 143

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Gio Feb 05, 2009 11:15 pm

Dracula, mitico libro!!! Mi piace molto, poi Bram Stoker è veramente un genio.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.tusciabay.it
Gas75
Adepto di Black Circle
Adepto di Black Circle
avatar

Numero di messaggi : 248

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Dom Mar 01, 2009 6:37 pm

Doverosa lettura di ogni appassionato del genere. Ed aggiungo pure che il libro è molto meglio del film di Coppola, che ha pure il coraggio di metterci "... di Bram Stoker" nel titolo. Suspect

Il romanzo, scritto sotto forma di diari incrociati, offre svariati punti d'osservazione della storia, riuscendo nel difficile compito di raccontare una lunga vicenda senza diluire troppo la tensione nelle pagine... Non a caso, da "seguace" di Poe, sono un sostenitore dell'orrore breve, raccontato più che romanzato, perché al lettore deve restare impressa "quella scena", con il contorno giusto indispensabile per dare vita ad una certa empatia del lettore verso i personaggi.
In "Dracula" la storia evolve, si sposta nello spazio e nel tempo, ma anche nei legami tra i personaggi, ed il vampiro più che protagonista diventa mito.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://digilander.libero.it/OcchiVerdiSito
Lullaby
Black Circle Junior
Black Circle Junior
avatar

Numero di messaggi : 92

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Gio Mar 05, 2009 1:44 am

Bellissimo libro....
Davvero notevole, per quel che riguarda il Vald storico vi consiglio una biografia davvero davvera truculenta e succulenta, lui era il prodotto della sua cultura non c'è che dire!

Darcula.La vera storia Vald III L'Impalatore Cazacu Matei
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lagaiafattoria.net
Licantropa
Black Circle Junior
Black Circle Junior
avatar

Numero di messaggi : 20

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Lun Lug 13, 2009 11:03 am

Mi inchino al maestro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Vader
Gran Maestro di Black Circle
Gran Maestro di Black Circle


Numero di messaggi : 540

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Lun Lug 13, 2009 5:41 pm

ho scritto un topic tempo fa su quest'argomento! innanzitutto ringrazio magenta perchè ascolta metal e ha tirato fuori questo bel thread! Headbanging abraham stoker era un matematico irlandese assai geniale!, che leggendo i miti tzigani della transilvania e la figura di vald tepes, coniugò la forma del DRACUL, IL DRAGO poichè in un primo tempo Tepes combatteva per le squadre della morte ungheresi, che recavano come simbolo il drago sui loro scudi! il libro è fenomenale l ' ho divorato in 3 4 giorni da quanto era bello! il film ha una storica interpretazione di gary oldman e wynona ryder, la ladra americana! il castello in questione è BRAN e non SIGHISOARA come tutti pensano:

sighisoara

castello di bran, appena sotto brasov!

ve lo indico meglio cosi capite!


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/vader_il_polacco
Vader
Gran Maestro di Black Circle
Gran Maestro di Black Circle


Numero di messaggi : 540

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Lun Lug 13, 2009 5:44 pm

Angst ha scritto:
Romanzo epistolare tra i più belli della letteratura vampirica dell'ottocento,profondo il senso del gotico e del mistero, Stoker fa un processo di brutalizzazione del demone, ovvero lo rende estraneo agli uomini per sua stessa natura, ma lo segrega nel suo castello privandolo del confronto che potrebbe avere con un qualsiasi altro vampiro "maestro" della sua epoca. Gli unici altri vampiri con cui ha rapporti sono i suoi "figli" ed ecco un mostro che lo è due volte. Nonostante ciò la sua figura carismatica rimane potente e riesce a controllare in una tela invisibile tutti gli altri personaggi del romanzo, come se lui fosse il burattinaio e tutti gli altri le marionette.

Riguardo alla storia e all'etimologia del soprannome, forse non tutti sanno che la parola Dracula deriva dalla radice "drac" che in rumeno vuol dire diavolo, mentre il suffisso "ul" ne è l'articolo. Quindi Dracul è "il diavolo". Ma un' altra interpretazione vuole che Dracula derivi dalla radice "drac" che vuol dire drago, in quanto l'imperatore Sigismondo di Lussemburgo insignì Vlad II (il padre del nostro) dell'ordine del drago durante una cerimonia che ebbe luogo a Norimberga nel 1431. Il simbolo di questo ordine era un dragone prostrato ai piedi di una croce, che simboleggiava la sconfitta della resurrezione del Cristo sul drago (satana).
Altra interpretazione della parola Dracula sostiene che derivi da "draculea" ovvero figlio del diavolo.

In ogni caso il padre come il figlio erano degli esponenti di un ordine cavalleresco di matrice cristiana, e anche se i loro metodi non erano dei più "etici" sono ricordati dagli storici Rumeni come dei giustizieri, e non come degli assassini. Tutto sta nelle differenze che ci sono tra una cultura e l'altra. Non lo sto giustificando, lo sto solo comprendendo.

Altra nota, Magenta ha scritto degli accenni sul Vampirismo in letteratura, ma il primo vampiro nominato in un libro è stato Lilithu, molti secoli prima della nascita del Cristo. Il mito del vampiro non nasce nella letteratura ma è un mito antichissimo che affonda le sue radici nella notte dei tempi e influenza tutte ma proprio tutte le culture del pianeta, persino gli Esquimesi hanno la loro credenza del vampiro.
Ma non starò qui a tediarvi, si parlava del romanzo, non dei vampiri in genere. Scusate se mi sono dilungata ma quando si parla di vampirismo divento logorroica. ^^'


P.S. Vorrei sfatare un mito: il castello dei Dracula non si trova affatto su un altura a strapiombo ma su una dolce collinetta, la costruzione non è nè gigantesca come il libro ci fa immaginare nè vetusta e buia, piuttosto soleggiata, chiara nei colori, le porte sono basse perchè Dracula non era molto alto. Solo la sua camera da letto fa impressione. Il suo letto a baldacchino in ebano è interamente intagliato di motivi bestiali e demoniaci. Da vedere!
ma hai spulciato gli archivi della malefica biblioteca di nosgoth, per sapere ste cose?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/vader_il_polacco
Vader
Gran Maestro di Black Circle
Gran Maestro di Black Circle


Numero di messaggi : 540

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Lun Lug 13, 2009 5:50 pm

Ysingrinus ha scritto:
Oddio Vlad III non era soltanto un pazzo sanguinario, ma un cristianissimo difensore della propria terra contro nemici quali gli Ottomani, non demonizziamolo più di quanto non sia già, poverino =)
io studiai un libro di storia dell'europa orientale tempo fa e questi miti testimoniano la cultura ma soprattutto la violenza che c'è ancora in questi paesi! nn solo i rumeni am anche i macedoni i serbi i bulgari i greci, tutti questi popoli sono sempre stati bellicosi! tu parli dell'elogio papale che TEPES ricevette dal Papa, nella sua lotta conto gli OTTOMANI, ma la sua crudeltà era simile a quella di ISCANDAR BEY, O meglio GIORGIO CASTIOTA SCANDERBEG, eroe albanese, che per 30 anni mise sotto scacco i Turchi! anche lui ricevette un omaggio papale, nel perseguire la lotta e perseverare contro l' ottomano invasore! TEPES SCANDERBEG, grandi eroi, ma sanguinari!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/vader_il_polacco
Licantropa
Black Circle Junior
Black Circle Junior
avatar

Numero di messaggi : 20

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Lun Lug 13, 2009 10:26 pm

Più di un rumeno con cui ho parlato mi ha detto che il vero castello di Dracula fu distrutto e quello di Bran è un 'sostituto' per turisti.
Non so se sia vero o meno.. chissà.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angst
Testa di Zucca
Testa di Zucca
avatar

Numero di messaggi : 659

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Mar Lug 14, 2009 1:24 pm

vader ha scritto:
Angst ha scritto:
Romanzo epistolare tra i più belli della letteratura vampirica dell'ottocento,... (...)...
ma hai spulciato gli archivi della malefica biblioteca di nosgoth, per sapere ste cose?


Ahahahah! Si si, ho svaligiato la biblioteca privata di papino Zephon Razz

Trovi queste informazioni per lo più in saggi sulla storia e la lingua rumena e in quelli di antropologia culturale Smile

_________________
"La Paura uccide la mente" Paul Atreides
_______________
Ich bin die Angst und in meinen Augen glänzt der Tod
________________
_†_Sînye este Viaţa_†_
________________
_"Sono io la morte e porto corona,
io son di tutti voi signora e padrona
e davanti alla mia falce il capo tu dovrai chinare
e dell' oscura morte al passo andare.
"
_
La Morte, Ballata in fa diesis minore
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Gas75
Adepto di Black Circle
Adepto di Black Circle
avatar

Numero di messaggi : 248

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Dom Lug 19, 2009 7:59 pm

Del Dracula storico si parla anche in (almeno) un paio di albi di Dampyr:
#20: Il castello nei Carpazi
Speciale #1: Dracula Park

In Transilvania si svolgono i seguenti albi:
#21: Transilvanian Express, con una bella vicenda vampirica ambientata durante la Grande Guerra, con la partecipazione straordinaria dell'asso dell'aviazione austro-ungarica Godwin Brumowsky, nonché di una setta di fanatici neonazisti che si ispirano a Gengis Khan.
#22: Il segreto delle sette città, seguito e conclusione dell'albo precedente, con splendide raffigurazioni a fumetti di monumenti e paesaggi transilvani...

La corretta sequenza di lettura suggerirebbe di leggere lo speciale per ultimo... per chi volesse recuperare queste storie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://digilander.libero.it/OcchiVerdiSito
Spiritello Fran
Uomo del Lustro
Uomo del Lustro
avatar

Numero di messaggi : 842

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Dom Lug 26, 2009 5:46 pm

vader ha scritto:
wynona ryder, la ladra americana! ]

lol
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://sharkcomics.forumup.it
Vader
Gran Maestro di Black Circle
Gran Maestro di Black Circle


Numero di messaggi : 540

MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   Mar Lug 28, 2009 4:58 pm

è vero fu incriminata per furto! ha la mano facile! lol lol nn fraintendete!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/vader_il_polacco
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: DRACULA - Bram Stoker -   

Tornare in alto Andare in basso
 
DRACULA - Bram Stoker -
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Black Circle :: BLACK CIRCLE :: Altare oscuro :: Letteratura-
Andare verso: